Informazioni sullo SCALOGNO PIACENTINO - Sagra dello Scalogno Piacentino

Cerca




Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni sullo SCALOGNO PIACENTINO

Conosci lo scalogno?
L'Allium Ascalonicum, ovvero lo scalogno, non e' ne' un aglio ne' una cipolla, contrariamente a quanto molti sostengono, lo scalogno NON è un incrocio tra la cipolla gialla e l'aglio, bensì una specie botanica a sè stante. Lo scalogno coltivato nelle terre piacentine detto volgarmente scalogna, e' una pianta bulbosa che appartiene alla famiglia delle Liliacee. Lo scalogno e' originario del Medio Oriente, proviene dalla città di Ascalone di Giudea, così lo cita Plinio. Il Boccaccio lo ricorda nelle sue novelle, così Dioscoride descrive lo scalogno il “bulbo Ascalonites”, già dagli antichi era considerato uno stimolante delle funzioni sessuali (come tale è citato anche da Ovidio) e nelle campagne di tutta Italia molte leggende popolari attribuiscono allo scalogno proprietà afrodisiache.
 Lo scalogno PIACENTINO è un alimento molto versatile utilizzato sia in antipasti, primi, secondi e contorni. Prelibate sono le salse che si possono realizzare grazie a questo prezioso, benefico e aromatico dono della "Terra PIACENTINA". Questo ortaggio viene proposto nella cucina più attenta ai gusti delicati. Infatti ha un sapore più deciso della cipolla, ma meno intenso dell'aglio e può essere una buona base per un soffritto con un sapore meno convenzionale.
Lo Scalogno possiede indubbie proprietà salutari in quanto ricco di benefiche proprietà naturali essendo disintossicante, con proprietà diuretiche, svolge funzioni antiossidanti grazie al suo contenuto in selenio ed è ricco di vitamine A e C, quest’ultima 
presente solo se consumato crudo. Studi epidemiologici condotti recentemente in Cina, indicano una significativa diminuzione del rischio del cancro allo stomaco negli abitanti della provincia di Shandong, abituali consumatori di aglio e di altre liliacee tra cui lo scalogno.
Questo bulbo si conserva in un ambiente fresco, asciutto e ben ventilato. Si deve evitare di conservarlo in frigorifero e di riporlo in confezioni impermeabili che lo conducono ad una sicura decomposizione con formazione di muffe. Mentre il congelatore garantisce una sua conservazione ottimale anche per lunghi periodi.
Lo scalogno PIACENTINO avendo il proprio marchio di riconoscimento, tutela il consumatore. Esso è coltivato con passione solo nelle nostre terre in provincia di PIACENZA, da abili agricoltori che si tramandano da generazioni l'amore per le colture del ns. territorio.
 L'opera della valorizzazione di questo prodotto italiano del territorio di Piacenza parte dalla ricerca della popolazione nella selezione del prodotto agroalimentare che garantisce qualità.  Ricercare dunque l'eccellenza significa apprezzare la territorialità, la cultura e la tradizione del PIACENTINO che non rappresenta solo una soddisfazione del gusto, ma è anche simbologia di valori e di una storia legata al ns. paese.
 
Copyright 2016. Tutti i diritti riservati.
Torna ai contenuti | Torna al menu